Sensible Soccer

5 Giochi Che Hanno Segnato La Mia Infanzia

Una delle cose più strane di questo blog è che non ho ancora parlato di video giochi, nonostante siano una delle cose che più hanno segnato la mia adolescenza e che mi hanno avvicinato al mondo dei computer.

Oggi che mi è rimasto un momento libero e che fondamentalmente non ho niente da fare, provo a rifarmi con una lista – personalissima – dei giochi che più hanno segnato la mia infanzia sperando di generare quel tipo di discussione che rende internet uno dei posti più belli e più aggressivi del pianeta.

Avvertenza: se hai meno di 30 anni, non leggere questo post. Probabilmente non conosci nessuno dei giochi che sto per descrivere e, anche se magari li conosci, li consideri talmente preistorici da farmi sentire ridicolo.

Sono nato in un’epoca in cui non c’erano Playstation ed Xbox, quindi i miei punti di riferimento sono titoli che, bene che vadano, vivono ancora solo all’interno di una cerchia di nostalgici o su qualche pagina di Wikipedia.

Sensible Soccer

swosA mio insindacabile giudizio, il più bel videogioco di tutti i tempi. Ci ho speso settimane intere – soprattutto con l’edizione World of Soccer per pc – vivendo in simbiosi con gli omini che si muovevano ad un ritmo frenetico e quasi ingestibile.

Son passati talmente tanti anni che non mi ricordo più quali fossero i miei giocatori preferiti, ma una cosa la ricordo benissimo: il modo più facile per segnare.

Corsa lunghissima sulla fascia, palla lanciata lontano in orizzontale, giro a 90 gradi del giocatore per riuscire a fare un cross velocissimo, ed incornata da davanti la porta.

Il gol imparabile e definivo che mi faceva vincere ogni partita e che faceva partire gridi di gioia che né Fifa né PES potranno mai farmi rivivere.

SWSOS – Sensible World of Soccer è ancora disponibile su questa pagina di fan incalliti. Per altro aggiornato al 2016 – 2017. Un gioiello.

Book of Ra

Book of raGioco alle macchinette da bar e non mi vergogno di farlo. Non ho mai giocato per vincere soldi ma più che altro per “vedere quello che succede”.

Chi non conosce le slot non lo sa, ma alcuni giri bonus ed avventure nascoste sono dei piccoli capolavori. Book of Ra è il migliore di tutti – con un setting che mi ha fatto innamorare dell’antico Egitto come mai erano riusciti a farlo tanti libri di storia.

Di nuovo: giocare per vincere, non ha senso. Ma per un appassionato di archeologia e di film di Indiana Jones come me, è il gioco ideale.

Come per Sensible Soccer, a volte ci gioco ancora – anche se sempre senza soldi. Questo sito offre una versione di Book of Ra gratis aperta a tutti. Da provare senza dubbio, soprattutto quando si ha voglia di fare una partitica di 5 minuti ad una slot senza dover per forza buttarci sopra dei soldi.

The Treasure of Monkey Island

Monkey IslandLa base di tutte le avventure grafiche e, probabilmente, della carriera da “pirati informatici” di milioni di ragazzini.

Se non sbaglio il gioco andava installato usando 13 FLOPPY DISK (!!) diversi. Più fenomeno di culto che gioco, Monkey Island è stato l’origine e la distruzione di amicizie apparentemente inattaccabili.

Ancora oggi, questo super classico della LucasArts ha milioni di fan w giocatori – nonostante un po’ tutti sappiamo come affrontare ogni enigma a testa alta e come risolvere quasi tutti i problemi del giovane Guybrush Threepwood.

Non ci gioco da moltissimo ormai, ma ScummVM ha tutto quello che serve per installarlo su PC e provarlo.

Transport Tycoon

Transport TycoonQuello che mi ha fatto passare più tempo di tutti allo schermo del PC – una simulazione manageriale di trasporti talmente perfetta che ci sarebbe da chiedersi se non dovrebbe finire sul CV di aspiranti AD di Alitalia e Trenitalia.

Modellare città alla SimCity e collegare diversi luoghi via bus, treno, aeroplano, e nave è stato il mio passatempo per anni e lo sarebbe ancora se non fosse che la versione ora in linea – OpenTTD – è davvero inviolabile.

Peccato perché una volta superati i primi anni nel gioco, i soldi accumulati permettevano un livello di urban planning da togliere il fiato. Ed il fatto di poter rinominare le città a piacimento lo rendeva ancora più divertente per gli egomaniac come me.

Megarace

MegaraceDi gran lunga il peggiore della lista ma anche quello dal valore simbolico più alto – visto che è stato il primo gioco su CD Rom che io abbia mai comprato per l’ormai leggendario 486 DX2 a 66Mhz (con il turbo mode on, che altrimenti era a 33mhz).

Conosciuto come una delle simulazioni di guida più brutte di sempre, Megarace è probabilmente il motivo per il quale io ancora oggi non ho la patente.
Il gioco è RIP ma ecco un video dell’intro [forse la più bella del tempo]


Ed uno del gioco